Passa ai contenuti principali

Cerotti spinosi del vaccino sperimentale COVID-19 su animali

I cerotti spinosi del vaccino sperimentale COVID-19 mostrano risultati promettenti nello studio sugli animali.

Un vaccino candidato rilasciato anche se un cerotto delle dimensioni di una miniatura tempestato di microneedles potrebbe aiutare ad affrontare la pandemia di coronavirus 2019 (COVID-19). Gli scienziati finanziati dal NIAID presso la University of Pittsburgh School of Medicine hanno testato il dispositivo di somministrazione del vaccino nei topi e hanno pubblicato i risultati il ​​2 aprile sulla rivista The Lancet EBioMedicine.

La proteina spike

Precedenti ricerche sui coronavirus che causano la sindrome respiratoria acuta grave (SARS) e la sindrome respiratoria del Medio Oriente (MERS) dall'investigatore co-capo Andrea Gambotto, MD, e i suoi colleghi hanno gettato le basi per l'attuale indagine sulla proteina spike (S) di il romanzo coronavirus, SARS-CoV-2, che causa COVID-19. Il virus utilizza la proteina S per entrare nelle cellule e iniziare l'infezione. In risposta, il corpo alla fine sviluppa anticorpi diretti contro SARS-CoV-2 e aiutano a controllare e porre fine all'infezione. La vaccinazione fornisce al sistema immunitario un'anteprima di un virus o di altri patogeni che causano malattie in modo che gli anticorpi protettivi possano essere rapidamente prodotti se una persona vaccinata incontra successivamente quel patogeno. Se l'anticorpo generato dal vaccino e altre risposte immunitarie sono sufficientemente robusti, l'infezione viene prevenuta.

Composizione del vaccino sperimentale

Il vaccino sperimentale al coronavirus di Pittsburgh, PittCoVacc, è composto da parti della proteina S del virus impregnate in 400 piccoli aghi su un piccolo cerotto adesivo. Una volta attaccati, i microneedles, che sono fatti di zucchero, si dissolvono e forniscono la proteina virale direttamente alle cellule immunitarie della pelle che sono particolarmente sensibili agli invasori virali.

Risultati sui topi

Quando testato su topi, PittCoVacc ha generato un'ondata di anticorpi contro SARS-CoV-2 entro due settimane dalla puntura del microneedle. Gli animali vaccinati non sono ancora stati rintracciati a lungo termine, ma i ricercatori osservano che i topi vaccinati con un cerotto microneedle contro MERS-CoV hanno prodotto livelli di anticorpi sufficienti per neutralizzare il virus per almeno un anno. I livelli di anticorpi degli animali vaccinati con SARS-CoV-2 stanno seguendo una tendenza simile, riferisce il team.

Il vaccino per microneedle SARS-CoV-2 mantiene la sua potenza dopo la sterilizzazione con radiazioni gamma, caratteristica utile per l'eventuale fabbricazione di prodotti adatti all'uso umano. Inoltre, dicono i ricercatori, i componenti del vaccino sperimentale possono essere prodotti rapidamente e su larga scala, e il prodotto finale non richiede refrigerazione, il che significa che i cerotti per vaccino potrebbero essere prodotti e conservati fino al momento del bisogno.

Il team ha iniziato il processo per ottenere le approvazioni dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti in previsione del lancio di uno studio di fase 1 sul vaccino candidato entro i prossimi mesi.

Fonte:
https://www.niaid.nih.gov/

Commenti

Post popolari in questo blog

Quando un test sierologico è attendibile?

Quando un test sierologico è attendibile? "Le caratteristiche principali di un test sono la sensibilità e la specificità da cui dipende l'affidabilità del risultato. Nel nostro caso, la sensibilità si riferisce alla capacità di rilevare elettivamente anticorpi contro Covid-19 quando presente. Una sensibilità del 100% significa che tutti quelli che hanno sviluppato anticorpi, se testati, sono positivi. Al contrario, una sensibilità dell'85% significa che su 100 persone che hanno effettivamente sviluppato anticorpi, se sottoposti al test solo 85 sono positivi, 15 sono falsi negativi. mano, è la capacità di non confondere ciò che stiamo cercando per altri virus o di dare falsi positivi ". Quali sono la sensibilità e le specificità dei test rapidi per Covid-19? "Secondo le dichiarazioni dei produttori, la specificità è elevata e superiore al 90%, mentre la sensibilità varia tra l'80 e il 90%" Fonte : https://parma.repubblica.it/

Cosa sono gli anticorpi IgM e IgG?

Cosa sono gli anticorpi IgM e IgG? "Semplificando, il nostro sistema immunitario inizialmente reagisce implementando la cosiddetta risposta immunitaria primaria o innata o la produzione, dopo un intervallo di tempo (chiamato periodo di finestra) variabile a seconda dell'agente biologico, di un particolare tipo di anticorpo chiamato IgM. La presenza di IgM specifiche del virus nel sangue indica che esiste un'infezione virale iniziale. Le cellule B che producono IgM in grado di riconoscere il virus si differenziano in una fase successiva e iniziano a produrre IgG, anticorpi che riconoscono le proteine ​​virali con altissima specificità e neutralizzano il virus. La produzione di IgG dura a lungo e poi diminuisce, ma non scompare mai del tutto. Le cellule B della memoria rimangono nel nostro corpo che sono in grado, nel caso in cui torniamo in contatto con il virus, di attivare una risposta immediata proliferando e producendo di nuovo IgG altamente specifiche per il viru

Bisogna fare anche il tampone dopo il test sierologico?

Bisogna fare anche il tampone dopo il test sierologico?  Risponde Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore di sanità. “Avere un test positivo per gli anticorpi - spiega Locatelli - non esclude che in quel momento un soggetto possa essere contagioso. È possibile, infatti, aver prodotto gli anticorpi (e quindi essere positivo per il test sierologico) ma avere ancora il virus in circolazione e quindi essere pericolosamente contagioso. Per questo motivo, dovrebbe essere eseguito anche un tampone: solo se questo test è negativo puoi essere sicuro di non essere contagioso. "Quindi, i test sierologici non danno una licenza di immunità, ma dicono solo se una persona ha sviluppato o meno anticorpi contro il virus. Fonte : https://www.repubblica.it